Cardio per bruciare i grassi? No, grazie!

Cardio per bruciare i grassi? No, grazie!

Vado a correre, voglio bruciare un po’ di grasso! 

Quanti di voi avranno sentito la suddetta affermazione, o quanti di voi la avranno detta, magari dopo un’abbuffata. Corro, sudo, brucio grassi, consumo calorie, dimagrisco. Non fa una piega. Purtroppo, però, il corpo umano non funziona in questa maniera.

Con Cardiofitness si intendono tutte quelle attività che possono portare ad un miglioramento fisico, in particolare a livello cardiovascolare.

Risultati immagini per run gif

Questa metodica consiste in un lavoro aerobico o vicino alla sua soglia in cui la Frequenza Cardiaca resta in un intervallo che va dal 60 al’80% della FCmax (Frequenza Cardiaca Massima).

Questo range di frequenza rappresenta la famosa Fascia Lipolitica, gamma di intensità che in passato veniva considerata come il momento in cui il corpo umano ossida maggiormente i lipidi, durante l’attività fisica.

La corsa mantiene una frequenza costante, e per questo si contrappone all’ampia tipologia di lavori ad intensità intervallati: gli Interval Training (IT).

Di questa grande categoria fa parte anche il più noto HIIT (High Intensity Interval Training), in voga negli ultimi anni. Per i meno esperti, questo tipo di allenamento può corrispondere alle classiche ripetute o ai corsi di ginnastica Funzionale.

Tale metodologia consiste in un tipo di lavoro anaerobico o molto vicino alla sua soglia, che alterna zone di lavoro a moderata intensità (50-60%) a zone di lavoro ad alta intensità (80-100%).

L’organismo come un’azienda

Il nostro corpo, semplificando e tralasciando variabili ormonali, ragiona per calorie: in surplus, deficit e parità calorica. Esattamente come un’azienda che ha le sue entrate e le sue uscite. Per dimagrire dobbiamo mandare la nostra azienda in deficit nel medio-lungo periodo, non basta la singola giornata.

Risultati immagini per deficit gif

Con il cardio andremo a bruciare calorie e a consumare lipidi, questo è vero. Purtroppo però le calorie saranno molto limitate sia all’interno dell’allenamento sia nel post allenamento con l’EPOC (consumo di ossigeno post allenamento) che incrementa nel tempo più l’esercizio è intenso.

Stesso discorso per il consumo di grassi, si dimostra minimo anche per grandi sfaticate.
Per esempio, se un soggetto di 80 Kg percorre 10 Km al 70% della FCmax (quindi in piena Fascia Lipolitica) avrà consumato 800 Kcal attraverso la corsa

Queste 800 Kcal, però, non saranno tutte di lipidi, dato che alla suddetta FCmax il corpo ossiderà solo il 30% dai grassi, ovvero 240 Kcal, il restante sarà preso dai carboidrati. Le 240 Kcal corrispondono a circa 34 Gr di acidi grassi ossidati.

Ecco quanto un cardio a frequenza costante fa effettivamente perdere in un soggetto di 80 Kg su 10 Km di corsa. Non credo che il gioco valga la candela, soprattutto in soggetti che mirano a perdere molti chili.

Risultati immagini per burn gif

Anche questi risultati variano in base alla predisposizione genetica e alla preparazione dell’atleta ma, in linea di massima, per il frequentatore medio delle palestre, sono più che attendibili.

Quindi HIIT o Cardio?

La maggior parte delle evidenze ci dicono che le due modalità di allenamento producono effetti metabolici simili.

Perciò quale scegliere? Noi ci schieriamo a favore del HIIT o dei protocolli misti. La ragione principale è che quando corriamo o svolgiamo una qualsiasi attività fisica, stiamo lavorando sulla massa muscolare, ovvero quella magra, e non sulla massa grassa.

Quindi, come si è dimostrato, un’attività che diventa necessariamente prolungata per ottenere un minimo risultato, come la corsa, rischia di limitare la crescita muscolare, (vedi i maratoneti).

Un altro motivo, non meno importate, è che dobbiamo allenare il nostro corpo a diventare un buon ossidatore sia di carboidrati che di grassi, così da migliorare il nostro status metabolico.

Ricordate che l’allenamento di per sé non fa dimagrire ma è utile per dare qualità al dimagrimento.

Se volete dimagrire sarà la dieta che manderà in “deficit calorico la vostra azienda” e con l’esercizio fisico, che non deve essere obbligatoriamente la corsa, si cercherà di migliorare in generale la propria condizione fisica.

Nello specifico andrà incrementata la massa muscolare, questo non vuol dire che dovrete diventare come Schwarzenegger ma ricordiamoci che maggiore sarà il quantitativo di massa magra che abbiamo più il nostro organismo consumerà grassi a riposo.

Risultati immagini per schwarzenegger gif

Buona allenamento!