Come lo sport può aiutare il tuo sistema immunitario

Come lo sport può aiutare il tuo sistema immunitario

Molte ricerche hanno stabilito con sicurezza che l’esercizio fisico è la causa di modificazioni dell’immunità organica, ossia modifiche delle naturali difese che l’organismo ha a disposizione per fronteggiare attacchi che provengono dall’esterno.


L’attività fisica è quindi, un fattore di stimolo per il sistema immunitario i cui cambiamenti e segnali cellulari saranno intercettati dal sistema nervoso che si attiverà per compensare gli squilibri a livello cellulare.

Ma, mentre un’attività fisica costante, regolare e di media intensità sembra aiutare il sistema immunitario con un’azione protettiva su di esso, al contrario un’attività fisica di tipo sportivo molto intensa, protratta nel tempo come in molti allenamenti e competizioni di endurance segnano il sistema immunitario portandolo ad un indebolimento.

In un certo senso si può dire che fino a una data intensità e una durata di attività fisica c’è un miglioramento della risposta del sistema immunitario, mentre se si va oltre quei livelli si verifica un peggioramento.

Ovviamente la depressione della difesa immunitaria si evidenzia negli atleti professionisti e in tutti quegli individui che vanno oltre il sovrallenamento e che gestiscono la pratica dell’attività fisica solo in modo intenso.

Ma chi ha la buona abitudine di andare in palestra anche quotidianamente, chi cammina ogni giorno, chi segue un allenamento prescritto da un Personal Trainer, chi corre alcune volte a settimana, chi si dedica a qualche attività sportiva il fine settimana non deve temere, ma dare soltanto continuità a ciò che fa.

  Risultato immagini per run gif gym

L’attività fisica moderata regolare combinata con semplici esercizi fisici di forza (quella praticata non più di 5 volte a settimana, che può durare massimo 1 ora e 30’ / 2 ore) sortisce effetti positivi sul sistema immunitario

Sembra davvero che chi si dedica a questo tipo di attività corra un rischio basso di contrarre infezioni rispetto ai sedentari e ai soggetti dediti a un pesante allenamento.

Attivare il corpo con il movimento significa aiutarlo non soltanto da un punto di vista muscolare, osseo e articolare, ma anche relativamente alla salute di altri apparati, sistemi, tessuti. Significa ridurre lo stato di infiammazione dell’organismo che apre le porte a moltissime condizioni patologiche e virali.

 

L’attività fisica è dunque una forma di trattamento?

Svolgere un regolare programma di attività fisica è senza dubbio un approccio valido per prevenire e ritardare l’insorgenza di patologie legate agli stati di infiammazione cronica perché si riducono le infiammazioni  presenti nell'organismo.

 

Cosa fare allora?

·     Pianificare la propria attività fisica affinché sia costante e regolare anche quando si tratta di una semplice camminata.

·     Nella scelta e nella programmazione della propria attività fisica considerare le caratteristiche fisiche, l’età, la condizione fisica di partenza e graduare frequenza intensità per evitare di stressare l’organismo.

·     Farsi consigliare da un Personal Trainer sulla programmazione dell’attività fisica per una personalizzazione evitando così il pericoloso “fai da te”.

·     Seguire un regime alimentare equilibrato che comprenda una varietà di verdura e frutta per poter contare su tutte le vitamine necessarie ad aiutare il sistema immunitario, legumi, cereali integrali, pesce, poca carne rossa e derivati del latte, bere molta acqua.

·     Garantire una buona qualità del sonno dormendo le ore necessarie.

·     Dare tempo al riposo al recupero dopo l’attività fisica 

·     Controllare il peso corporeo evitando sbalzi repentini.

Risultato immagini per workout gif gym