Stacchi da terra

Stacchi da terra

Gli stacchi da trra sono un ottimo esercizio da abbinare allo squat per avere glutei di marmo sono gli stacchi del bilanciere da terra.

Esecuzione:

La posizione di partenza vede l'atleta in piedi con la colonna vertebrale e le anche flesse in avanti. Il bilanciere è attaccato alle tibie.La distanza tra i piedi (passo) è molto vicina alla distanza tra le spalle. Le spalle si trovano qualche centimetro più avanti del bilanciere da una visione laterale. Le braccia tese scendono immediatamente all'esterno delle gambe. Le ginocchia sono completamente estese o poco meno e di conseguenza tibia e perone sono perfettamente verticali o quasi. Anche e colonna vertebrale sono flesse quel tanto che basta per consentire all'atleta di raggiungere con le mani il bilanciere con le scapole addotte. La presa può essere supina, prona o mista (una mano supina e l'altra prona); quest'ultima conferisce una maggiore solidità. Le scapole sono abdotte. L'esecuzione consiste nell'estensione contemporanea di anche e colonna vertebrale. Per alleggerire il carico sulla colonna vertebrale, durante il movimento del bilanciere, questo deve essere mantenuto attaccato al corpo grazie ad un'estensione della spalla. Ginocchia e caviglie non modificano il proprio angolo per tutta la durata dell'esercizio. La posizione finale vede l'atleta con la schiena nella sua posizione di forza, le anche addotte e le ginocchia con lo stesso grado di flessione che avevano in partenza.




1




2



 

 


Errori più comuni:

Negli stacchi del bilanciere da terra bisogna stare attenti a non perdere la posizione della schiena, in modo da non “stressarla”. Staccare con la schiena a "C" è pericoloso.

Schiena "tesa", "dura", "compatta" indica che gli erettori spinali e tutti i muscoli della parte posteriore sono contratti per garantire la massima resistenza della colonna vertebrale: così facendo i rischi di infortunio vengono drasticamente diminuiti. Per eseguire bene gli stacchi bisogna tenere i muscoli della schiena in tensione che è diverso da tenere la schiena dritta.